Diario,  Viaggi

Venere storpia

La mia trasferta milanese di ieri è stata di tipo positivo, zanzare a parte.
Mi rimane anche un altro ricordo negativo. E’ quasi mezzanotte, scendo dal treno. Prendo di corsa le scale. Ahi! Uddio ma che cosa è successo ai miei piedi, che male! In effetti dopo 15 ore di sandaletti rossi 8 cm ai piedi col caldo che faceva… roba da pellegrino in sosta durante il cammino di Santiago de Compostela 😉
Arranco verso l’auto cantando “la tua venere storpia, sareiiiii”… Assomigliavo tanto alla Penelope Cruz in “Non ti muovere”, le mie caviglie però non sono così fini 😉
E subito dopo mi domando:

  1. le newyorkesi nn ti hanno insegnato nulla?
  2. invece del portatile perché nn portare 1 paio di infradito, + utili e + leggere, né?
  3. credevi di camminare sul pavé milanese o sul red carpet a Cannes?
  4. quante altre caviglie ti vuoi slogare?

Risultato?
Oggi rigorosamente scarpe basse e chiuse. Ci vorrebbe quel simpaticone di vietnamita che a Boston mi ha fatto quello splendido pedicure con quell’acqua color puffo hihihi

Web strategist, occasional expat, tamer of paleontologists, astronauts and lego builders, you can find me near a vineyard - Cofounder at http://www.girlgeeklife.com

Un commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.